Detrazioni e deduzioni fiscali Spese mediche e assistenza dei disabili: Chiarimenti normativi

Tra le numerose detrazioni e deduzioni previste dalla normativa fiscale italiana quella relativa alle spese mediche e di assistenza specifica dei disabili è una delle più importanti all’interno della dichiarazione dei redditi. Ai sensi ai sensi dell’art. 10 del Tuir, le persone affette da disabilità possono portare in deduzione dal reddito complessivo, “le spese mediche generiche e di assistenza specifica sostenute nei casi di grave e permanente invalidità o menomazione”. In questa guida cerchiamo di comprendere meglio chi può usufruirne, quali sono le spese deducibili e quali sono i limiti di deducibilità.

Detrazione fiscale Spese mediche disabili: Quali sono le spese deducibili?

I soggetti che hanno ottenuto il riconoscimento dalla Commissione medica istituita ai sensi dell’articolo 4 della legge n. 104 del 1992 e tutti coloro che sono stati ritenuti invalidi da altre Commissioni mediche pubbliche sono le categorie di contribuenti fiscali che possono beneficiare della possibilità di portare in deduzione dal reddito le spese mediche generiche e di assistenza specifica.

Le spese deducibili sono ascrivibili alle seguenti:

  • spese mediche generiche sostenute per l’acquisto di medicinali, prestazioni sanitarie, etc.,
  • spese di assistenza specifica.

L’Agenzia delle Entrate è intervenuta riportando in dettaglio le spese che rientrano tra quelle sostenute per le prestazioni rese dal personale in possesso della qualifica professionale di addetto all’assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale, se dedicato all’assistenza diretta della persona.

Inoltre, rientrano in questa categoria di spese di assistenza specifica quelle relative all’assistenza riabilitativa ed infermieristica resa da personale paramedico e quelle fornite dal personale con la qualifica di educatore professionale.

La normativa fiscale vigente prevede che si possano portare in deduzione anche le spese sostenute per le attività di musicoterapia e ippoterapia a condizione che siano eseguite in centri specializzati direttamente da personale medico o sanitario specializzato e siano prescritte da un medico che ne attesti la necessità per la cura del portatore di handicap.

Limiti di deducibilità

Agenzia delle Entrate è ben chiara: “le spese mediche generiche e di assistenza specifica ai disabili sono interamente deducibili dal reddito complessivo, anche se sostenute dai familiari dei disabili e anche se questi non risultano fiscalmente a carico”.

Nel caso in cui il documento di spesa sia intestato solo al disabile, il familiare che voglia fruire della deduzione deve integrarlo annotando l’importo pagato. Il familiare del disabile è tenuto a fornire la documentazione comprovante la spesa sostenuta che sarà oggetto di verifiche fiscali.

BIBLIOGRAFIA:  Zanobini-Manetti-Usai La famiglia di fronte alla disabilità. Stress, risorse e sostegni,Erickson.2013;  Bruzzone, Salute Disabilita’ Lavoro: Parità di trattamento, conciliazione, reasonable accomodation. Quali diritti? Come chiederne il rispetto? Blue Monkey Studio;  2015.

Precedente Salute e sicurezza sul posto di lavoro: è una questione di gender? Successivo La salute nell'epoca della globalizzazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.