Detrazione spese sanitarie: tutte le novità per il 2018

Tempi di detrazioni fiscali? Ecco le istruzioni per la compilazione del modello 730/2018 precompilato o ordinario e quali sono le spese sanitarie che possono essere portate in detrazione. Scopriamolo in questa guida che aiuta i contribuenti a ricordare quali sono le spese sanitarie, per farmaci e per prestazioni mediche che devono essere integrate/modificate dal 2 maggio fino al 23 luglio 2018. Ecco i documenti necessari da esibire per portare in detrazione fiscale le spese sanitarie sostenute nel 2017.

Detrazione spese sanitarie Modello 730/2018: normativa

I contribuenti italiani, per le spese sostenute nel 2017 per l’erogazione di prestazioni mediche e/o sanitarie e/o per l’acquisto di farmaci, hanno la possibilità di beneficiare della detrazione fiscale pari al 19%. In certi casi, la detrazione è riconosciuta solo per la parte di importo che eccede la franchigia di 129,11 euro.

Alcune delle spese sanitarie oggetto di detrazione fiscale sono inserite nel Modello precompilato, dato che tutti gli addetti operanti nella filiera del settore sanitario (medici, strutture ospedaliere e sanitarie, studi medici specializzati, etc.) sono obbligati ad inviare ogni anno all’Agenzia delle Entrate la lista delle spese effettivamente sostenute dai cittadini.

Detrazione fiscale Modello 730/2018: lista delle Spese sanitarie, mediche e per farmaci

A partire dal 2 maggio 2018 è possibile modificare e controllare la correttezza dei dati relative a tutte le spese sanitarie detraibili, inserite nel Modello 730/2018. Ogni soggetto contribuente (o suo intermediario munito di delega) deve controllare attentamente tutte le voci riguardanti le spese sanitarie, mediche o per i farmaci che devono essere portate in detrazione fiscale.

Ogni contribuente fiscale può portare in detrazione il 19% delle spese sostenute per i familiari a carico e non, oltre che per quelle sostenute per sé stessi.

Ecco di seguito la lista delle spese mediche e sanitarie che possono essere scaricate con il modello 730/2018:

  • nei Righi E1 – E3 sono riportate tutte le spese sanitarie che sono state effettivamente sostenute nell’anno 2017 con detrazione del 19% e per importi di spesa che eccedono i 129,11 euro (franchigia);
  • nel Rigo E3 sono riportate tutte le spese sanitarie sostenute per familiari non a carico, la cui detrazione massima ottenibile è pari a 6.197,48 euro;
  • nei righi E4-E5 sono le riportate tutte le voci di spesa sanitaria sostenute per disabili, comprese anche quelle per l’acquisto di auto e cani guida.

Tra le varie novità per il 2018 è prevista la possibilità di portare in detrazione tutti i costi sostenuti per l’acquisto degli alimenti a fini medici speciali, ad eccezione di quelli sostenuti per i soggetti lattanti.

Detrazione spese sanitarie 2018: Quali documenti sono necessari?

Ecco i documenti utili da conservare ed esibire in sede di dichiarazione dei redditi 2018:

  • fattura o scontrino fiscale in cui sia riportati il farmaco o medicinale o OTC, la quantità del prodotto acquistato, la qualità (codice alfanumerico) ed il codice fiscale del destinatario,
  • ricevuta fiscale rilasciata dal medico per le prestazioni erogate dai medici,
  • ricevuta fiscale o fattura rilasciata dal medico nei casi di certificati medici per usi sportivi, per la patente, per pratiche assicurative e legali etc.,
  • certificazione rilasciata dalla ASL che attesti la patologia per le spese sostenute per familiari non a carico che hanno presentato modello 730 o Redditi e/o per familiari non a carico non tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi.

Precedente Polizza malattia: definizione assicurativa del rischio disease e forme di garanzia Successivo Salute e sicurezza sul posto di lavoro: è una questione di gender?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.