Blockchain nel settore sanitario: opportunità, sfide e applicazioni

Quali sono le reali opportunità derivanti dalla ri-organizzazione dell’infrastruttura tecnica sanitaria esistente? Quali sono le sfide e quali applicazioni sono necessarie per pervenire alla rivoluzione in sanità?

Le aziende sanitarie devono crescere e recuperare la competitività, ridurre gli sprechi e migliorare l’efficienza, oltre che il livello qualitativo dei servizi offerti alla comunità dei pazienti.

Nell’attuale epoca di crisi e di attenzione alle spese pubbliche c’è la necessità di apportare cambiamenti rivoluzionari in tutti gli aspetti gestionali della vita delle aziende sanitarie in termini di tempo e di progresso tecnologico.

Servizi sanitari di qualità supportati dalle ultime innovazioni tecnologiche devono essere all’ordine del giorno: il sistema sanitario si sta spostando verso un approccio più incentrato sul paziente, per questo è fondamentale procedere con la ri-organizzazione dell’intero sistema sanitario e coinvolgere tutte le aziende che vi operano.

In particolare, l’attenzione deve essere posta sull’erogazione di prestazioni socio-sanitarie a prezzi accessibili e sull’elevato standard qualitativo del servizio erogato ai pazienti.

Sistema sanitario attuale: focus e sfide

Concentrarsi su servizi sanitari di qualità significa garantire la gestione della salute dei pazienti ad un livello superiore da parte di tutta la filiera sanitaria.

Tuttavia, l’eccessiva burocrazia e la normativa vigente, oltre alla mancanza di una visione manageriale all’interno delle strutture sanitarie, rendono i processi ancora più lunghi e noiosi.

Per questo, ci sono ancora troppe inefficienze, sprechi, duplicazioni di operazioni, ridondanze e troppi costi che potrebbero essere eliminati.

Nel settore sanitario, i dati e le informazioni dei pazienti rimangono non correlati e destrutturati, per questo i dati cruciali non sono accessibili e non sono facilmente disponibili in caso di necessità.

L’attuale ecosistema sanitario non può essere considerato efficiente ed efficace: l’organizzazione interna delle strutture sanitarie (Ospedali, ASL, etc.) è inadeguata per consentire una gestione efficiente dei processi e favorire lo scambio di informazioni preziose e di grande valore aggiunto.

L’uso improprio dei dati impedisce alle organizzazioni sanitarie di fornire un adeguato livello qualitativo di cure ai pazienti per contribuire al miglioramento della salute.

Dalle ricerche statistiche ed indagini svolte sulle strutture sanitarie è emerso che sono ancora troppe le unità che dipendono dai sistemi obsoleti per la conservazione dei dati dei pazienti.

Ciò rende difficoltosa e dispendiosa la diagnosi dei pazienti da parte del personale medico, per questo i costi per gestire i processi orientati ai pazienti è aumentato considerevolmente.

Nonostante si utilizzino computer e telefoni cellulari in ogni struttura sanitaria, non siamo ancora in grado di raccogliere, analizzare, proteggere e scambiare dati senza problemi.

Pertanto, tutti gli ospedali e le ASL necessitano di un sistema che sia fluido, trasparente, economicamente efficiente e facilmente utilizzabile.

Blockchain nel settore sanitario: la sia implementazione sarà la soluzione?

Secondo il Gartner Hype Cycle, la tecnologia Blockchain è al “picco delle aspettative“, nasconde un enorme potenziale per determinare la crescita e lo sviluppo di diversi settori come la finanza, il settore bancario, la supply chain e l’assistenza sanitaria.

Ma, prima di capire quali sono le reali opportunità per il settore sanitario derivanti dall’implementazione della Blockchain, è fondamentale capire che cosa sia.

Che cos’è la Blockchain?

La Blockchain non è altro che un libro mastro distribuito che tiene traccia delle transazioni e delle attività che si verificano in tutta la rete.

La peculiarità che caratterizza una blockchain è che, una volta aggiunta un’informazione al libro mastro, nessuno può modificarla. Le informazioni memorizzate su una blockchain sono assolutamente sicure.

Il funzionamento di una blockchain si basa su tre principi principali che assicurano transazioni digitali sicure e sicure.

  1. Crittografia a chiave privata: una chiave segreta viene utilizzata come variabile insieme a un algoritmo per crittografare e decrittografare il codice. La chiave è tenuta segreta anche quando l’algoritmo non lo è. In una blockchain viene creato un riferimento dell’identità digitale protetta, tuttavia le transazioni si trovano sulla rete aperta.
  2. Libri mastri distribuiti: un libro mastro distribuito noto anche come libro mastro condiviso viene aggiornato in tempo reale, e nessuna autorità centrale è ritenuta responsabile per il mantenimento del libro mastro. Invece, i partecipanti alla rete mantengono aggiornato il registro. Qualsiasi modifica apportata ai libri mastri si riflette in pochi secondi.
  3. Autenticazione: l’autenticazione è un processo che dimostra la genuinità. In una Blockchain, tutte le transazioni vengono autenticate prima di essere aggiunte alla catena. Questo processo avviene attraverso algoritmi che convalidano e verificano tutte le transazioni. Una volta che le informazioni sono state crittografate e firmate e archiviate digitalmente, l’autenticità è sigillata.

Le aziende sanitarie, gli innovatori tecnologici e i membri del settore sanitario generale sono alla ricerca di nuovi modi e strategie affinchè la blockchain renda l’assistenza sanitaria migliore e conveniente nel prossimo recente futuro.

Blockchain nel settore sanitario: opportunità e sfide future

La Blockchain sarà la protagonista futura nel settore sanitario dato che contribuirà ad apportare cambiamenti specifici nella gestione dell’assistenza sanitaria di ogni paziente.

Ciò significa che gli individui saranno responsabili della gestione dei propri record e avranno il pieno controllo sui propri dati.

La tecnologia sarà capace di migliorare con successo la qualità dell’assistenza ai pazienti, e gli ostacoli che si verificano nell’autenticazione potranno essere eliminati grazie all’implementazione della blockchain.

Secondo uno studio condotto da IBM, circa il 16% dei dirigenti sanitari sono pronti ad implementare la blockchain entro la fine del 2018, mentre circa il 56% prevede di adottarla entro il 2020.

L’obiettivo derivante dall’implementazione della blockchain è quello di risolvere i problemi che interessano l’attuale sistema sanitario.

La sfida è pervenire ad un sistema sanitario in cui tutte le informazioni siano facilmente accessibili ai medici, pazienti e infermieri in qualsiasi momento.

La Blockchain è la soluzione che consente di creare e di condividere in un singolo database comune le informazioni sanitarie dei pazienti.

Questo sistema sarà accessibile a tutte le entità coinvolte nel processo, offrirà maggiore sicurezza e trasparenza e consentirà ai medici di trovare più tempo da dedicare all’assistenza ai pazienti e al loro trattamento.

Inoltre, consentirà anche una migliore condivisione delle statistiche e incentiverà gli studi clinici e le terapie di trattamento delle malattie rare.

In un sistema sanitario, una condivisione omogenea di dati può portare a creare un ecosistema economicamente più vantaggioso per tutta la collettività.

Bibliografia: Garavaglia, Tutto su Blockchain. Capire la tecnologia e le nuove opportunità, Hoepli, 2018.

Precedente Lavorare in Sanità: Concorsi Oss, Bandi attivi Successivo Malattia lavoratori: guida al certificato medico ed alla visita fiscale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.