Umanizzare le cure

Clown di corsia per regalare un sorrisoSempre più spesso si parla di come ridurre la spesa in sanità e per il raggiungimento di tale obiettivo generalmente si usano termini come taglio della spesa o riorganizzazione dei servizi con razionalizzazione degli stessi. Sempre meno o quasi mai si parla di umanizzazione delle cure, dignità e rispetto della persona malata.
Chiunque di noi abbia avuto esperienze di ricovero e non solo si è reso conto come rapidamente si perde la propria identità e ci si senta indifesi. Mai come in questi casi siamo nudi e viviamo una situazione di grande debolezza. Certo è importante trovarsi in un luogo dove operano professionisti tecnicamente e scientificamente capaci, ma non bisogna sottovalutare l’aspetto emotivo della persona. Forse per migliorare quest’aspetto non servono soldi, ma se non se ne parla mai sarà sempre meno considerato. La chiusura dei piccoli ospedali inoltre e la costruzione di grandi centri allontanano sempre di più la persona dai propri curanti e diventiamo sempre di più un numero e saremo sempre più nudi di fronte alla malattia.

Successivo Accoglienza, orientamento e informazione nei servizi sanitari

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.